Verso il Bicentenario di Sense and Sensibility con “nuove conoscenze”

Sì, è vero, il modo migliore per celebrare il Bicentenario è leggere l’unico, vero originale, Sense and Sensibility. Difatti, questo è ciò che già stiamo facendo con un folto gruppo di lettrici – al quale è sempre benvenuto/a chiunque desideri unirsi a noi (per tutti i dettagli, Come prepararsi al bicentenario? Con il GdL “Ragione e Sentimento”).
Oltre ai “vecchi amici” (Old Friends, cioè i romanzi di Jane Austen), può essere molto interessante celebrare questa data importante anche con alcune “nuove conoscenze” (New Fancies). Mi riferisco, ovviamente, al vasto e prolifico mondo di quelli che amo chiamare derivati austeniani, cioè l’insieme di sequel (seguito), prequel (antefatto), spin-off (derivativo o derivato propriamente detto), mash-up (lett. schiacciare, ridurre in poltiglia, pasticciare – a me piace tradurlo con un termine preso dall’arte culinaria, pasticcio) che partono dalle opere originali di Jane Austen o dalla sua stessa figura di donna per creare nuove opere.
Con le amiche Lizzies (Gabriella e Miss Claire) del blog Old Friends and New Fancies, ci siamo avventurate anche su questo terreno ed abbiamo compilato una serie di letture “derivate”, la maggior parte in inglese (non esistono traduzioni, ahimé) ma una anche in italiano (è finora l’unico testo derivato tradotto da una casa editrice italiana)…  Ecco il programma.

Colonel Brandon’s Diary di Amanda Grange –
Sense and Sensibility/Ragione e Sentimento riletto attraverso gli occhi sensibili ed attenti di uno dei più bei personaggi maschili creati dal genio si Zia Jane. Imperdibile.
(Vai al Gruppo di Lettura su Old Friends and New Fancies per commenti e recensioni – Concluso il 03/09/2011)

Willoughby’s Return di Jane Odiwe –
Sono passati cinque anni dalle vicende di Sense and Sensibility/Ragione e Sentimento e sulla scena ritorna l’affascinante, superficiale Willoughby: due delle sorelle Dashwood, Marianne e Margaret, ne saranno colpite, anche se in modi diversi. Sarà una nuova occasione di crescita interiore?
(Vai al Gruppo di Lettura su Old Friends and New Fancies per commenti e recensioni – Concluso il 07/10/2011)

Sense and Sensibility and Seamonsters di Ben H. Winters –
Non poteva mancare un’incursione nel campo dei mash-up per rileggere anche questo romanzo austeniano sotto una luce diversa, quella del soprannaturale, con inserimenti “mostruosi” nel testo originale…
Il GdL è appena iniziato, il 15/10/2011: vieni a leggere il post di inizio e, se il testo ti incuriosisce, non esitare ad unirti a noi!

Seguiranno altre letture “derivate” fino alla fine di quest’anno, 2011. Ad esempio, il 12/11/2011 leggeremo (in italiano!) Tutto da capo di Cathleen Schine, che trasporta S&S in un’ambientazione moderna.

Per conoscere le prossime avventure di lettura con le “nuove conoscenze”, invito tutti a leggere il programma completo sul blog Old Friends and New Fancies.
Buon Bicentenario di Sense and Sensibility/Ragione e Sentimento!

7 pensieri su “Verso il Bicentenario di Sense and Sensibility con “nuove conoscenze”

  1. AvatarSylvia-66

    Ebbene sì, mia cara @Maristella, sono trascorsi già 200 anni ma, come si dice sempre in questi casi, il buon S&S non li dimostra! E’ sempre moderno, attuale, risuona nella nostra sensibilità come nella nostra ragione esattamente come se fosse stato scritto ieri!
    E grazie del saluto, cara @Duchessa!, effettivamente sono stata un po’ lontana dalla sala da tè negi ultimi tempi ma in quel che resta del mese non mancherò di organizzare più occasioni per un tè in compagnia! A presto!

    Rispondi
  2. AvatarMiss Claire

    Troppo tardi per il tè, mia carissima LizzyS? 😀
    Lascio solo un saluto brevissimo, poiché, come sai, devo fare un piccolo riassunto di quest’ultimo mash up austeniano! :)))
    Tra poco, su IRIS, c’è un film con Colin! Abbandona ogni scatolone e spolverino e guardalo!!! :*

    Rispondi
  3. AvatarElisa Romantica

    Io ho appena finito di rileggerlo! Sara’ che non riesco a non amare ogni singola parola uscita dalla penna della nostra Jane! Scusate se non mi sono presentata, mi sono appena iscritta e potete chiamarmi Elisa 🙂

    Rispondi
  4. AvatarSylvia-66

    Benvenuta @Elisa! La rilettura di S&S è il modo migliore per festeggiare l’importante ricorrenza.
    Se vuoi condividere i tuoi pensieri di ammiratrice dell’opera di Zia Jane, non esitare a venire a trovarci anche sul GdL di OF&NF. Siamo già alla tappa finale (ma il 30 ci sarà una celebrazione in piena regola) e i tuoi commenti saranno graditissimi!

    E poi, visto che abbiamo iniziato nuovamente il giro dei romanzi, perché non proseguire con la rilettura di tutti gli altri?… 😉

    Ti aspetto nuovamente nella nostra sala da tè in compagnia di Dear Aunt Jane!

    Rispondi
  5. AvatarElisa Romantica

    Vi ringrazio davvero! E pensare che fino a qualche mese fa ero tacciata di essere “una fissata con scialbe scrittrici morte”. Mi fa felice sapere di non essere la sola ad amare la cara Jane Austen e la sua epoca! 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.