Jane Austen a Londra. Un tour nei luoghi austeniani della capitale inglese

Hans Place, una delle dimore londinesi di Jane Austen, in un disegno di Ellen Hill (1902)

Se state programmando una vacanza nei luoghi austeniani, due mete non devono assolutamente mancare nel vostro itinerario.
La prima è la contea dello Hampshire (facilmente raggiungibile da Londra anche con il treno) perché vi trovate concentrata in poche decine di chilometri l’intera esistenza di Jane Austen: Steventon, il villaggio in cui è nata e cresciuta ed ha dimorato fino ai primi giorni del 1801 (quando, per decisione dei genitori, fu obbligata a trasferirsi a Bath); Chawton, dove Jane visse gli ultimi 8 intensissimi anni della sua vita nel cottage che oggi è il Jane Austen’s House Museum (e nel quale trovate il tavolino sul quale l’autrice ha rivisto o composto i sei romanzi canonici, pubblicandoli proprio in quegli anni); e Winchester, che vide Jane, ormai malatissima, trascorrere gli ultimi due mesi di vita, e la cui splendida cattedrale custodisce i suoi resti mortali in una tomba sempre affollata di visitatori. Link utili in fondo al post.
L’altra meta è proprio la capitale del Regno Unito, Londra, dove le tracce lasciate da Jane sono numerosissime e ancora oggi ben visibili.


Basterà lasciarsi guidare da Jane stessa, attraverso le sue lettere, i suoi romanzi e le testimonianze di chi la conosceva bene, raccolte nella prima biografia a lei dedicata, il Memoir of Jane Austen (Ricordo di Jane Austen) scritto dal nipote James Edward…
…Proprio come ha fatto nel 1901 un’altra scrittrice, sua grande ammiratrice, Constance Hill, che ha scritto una biografia in forma di diario di viaggio Jane Austen. I luoghi e gli amici (curata da JASIT Jane Austen Society of Italy, edita da Jo March Agenzia Letteraria) che diventa un ottimo canovaccio per il nostro giro.
Vi invito, dunque, a partire con me per un viaggio nella Austenland di Londra, alla ricerca delle tracce lasciate da Jane Austen nella capitale del RegnoUnito.
Preparate un thermos pieno di buon tè forte e dissetante, e scarpe comode: benché abbia fatto una cernita dei luoghi che ritengo più significativi, il tour sarà lungo.

london_1814

Una mappa di Londra del 1814

Due passi per Austenland:
la Londra di Jane Austen
di Silvia Ogier, publicato su jasit.it il 10/06/2014

Link utili per conoscere lo Hampshire, il cuore di Austenland:
– la Guida per viaggiatori austeniani a Chawton, per visitare il cottage di Jane e la sontuosa House di suo fratello Edward, oggi biblioteca (su jasit.it)
– la Guida per visitare Winchester (su jasit.it)
– la Guida per visitare Steventon (su jasit.it)
I tè delle cinque con il fotoracconto della visita a casa di Jane Austen:
Il Jane Austen’s House Museum di Chawton
L’ultima dimora di Jane Austen e la tomba nella cattedrale a Winchester.

Silvia Ogier

(Bologna, Italy) - Diplomata Traduttrice e Interprete e laureata in Lingue e Letterature Straniere, ha lavorato come traduttrice e da anni si occupa di marketing e comunicazione aziendale. Il suo maggiore interesse libresco è la letteratura scritta dalle donne. Ha letto Jane Austen per la prima volta a vent’anni (Orgoglio e Pregiudizio). Nel dicembre 2010 ha aperto il blog monografico Un tè con Jane Austen e nel 2013 ha fondato Jane Austen Society of Italy (JASIT), di cui è presidente.
Silvia Ogier

2 pensieri su “Jane Austen a Londra. Un tour nei luoghi austeniani della capitale inglese

  1. Avatarromina angelici

    Quell’inciso “Se state programmando una vacanza nei luoghi austeniani” mi chiama! Grazie Silvia. Avevo infatti deciso di rileggere il diario di viaggio delle Hill a ridosso della partenza per non perdermi niente.

    Rispondi
    1. AvatarLizzyS (Sylvia-66)

      E dunque, quando si parte? Hai già organizzato tutto, in particolare mappe, indirizzi austeniani imperdibili, mezzi di trasporto con cui andarci, lista di cose assolutamente da portare a casa? Spero che i tè delle cinque (in questa sala o in quella, più istituzionale, di Jasit) siano stati utili per aiutarti a programmare questo importante viaggio che so essere molto e a lungo desiderato. Non esitare a passare di qui per raccontarcelo. E, naturalmente, attendo tue notizie. Buon viaggio in Austenland, carissima!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.