Come passava il mese di agosto Jane Austen?

Promenade Dress (Ackermann’s Repository 1809)

Promenade Dress (Ackermann’s Repository 1809)

Questa sala da tè non chiude mai, tanto meno nel bel mezzo delle vacanze estive.  Anzi, colgo l’occasione del mio tè delle cinque di questo venerdì 14 agosto per augurare un Buon Ferragosto con un fresco tè verde con foglie di menta e scorze di limone accompagnato da una carrellata degli eventi che costellarono il calendario agostano della vita di Jane Austen, tra famiglia e letteratura.

In questo articolo che ho scritto per Jane Austen Society of Italy (JASIT), scopriremo che, nel cuore dell’estate, Jane si è trovata… a compiere dei viaggi belli e ricchi di suggestioni future per i suoi romanzi… ad affrontare le preoccupazioni per una zia accusata di furto e a rischio di deportazione in Australia… ad incontrare il fratello più giovane dopo anni passati in mare e in altri paesi lontani… ad adattarsi alla nuova sistemazione al Chawton Cottage… a terminare un romanzo… ad iniziarne un altro… e a prepararne un altro ancora per la pubblicazione
Decisamente, agosto non è mai stato un mese di riposo e vacanza per lei!

Accadde ad agosto nella vita di Jane Austen
su jasit.it

Buona lettura e Buon Ferragosto!


☞  Tutti gli articoli scritti per Jane Austen Society of Italy (JASIT) su jasit.it

2 thoughts on “Come passava il mese di agosto Jane Austen?

  1. Avatarsara

    Che fantastico articolo, grazie…mi piace un sacco immaginarmela in giro durante le sue estati…mentre viaggiava, scriveva…assurdo la vicenda della zia…
    Grazie per arricchirmi di tutte queste informazioni.

    Rispondi
    1. Silvia OgierSilvia Ogier Autore articolo

      Grazie a te e alla tua conversazione!
      È davvero curioso come anche la vita di JA sia così ispiratrice, proprio come i suoi romanzi, e ci induca, senza accorgercene, a provare a ricostruirne alcuni momenti per osservarla e per passare del tempo con lei. Quante sono le situazioni in cui me la figuro! Andare a qualche ballo, passeggiare nella sua amata campagna, o in giro per Bath, Southampton, Lyme, ascoltarla suonare il piano a Chawton, prima di colazione, o mentre legge qualche pagina dei suoi componimenti, osservarla mentre scrive, o abbellisce qualche cappellino o vestito un po’ fuori moda, o mentre gioca con i nipoti… Mi fermo qui!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.