Archivi tag: Lady Susan

Jane Austen torna al cinema: Amore e Inganni dal 1° dicembre

amori e inganni di whit stillman con kate beckinsaleLa notizia sta circolando già da qualche tempo e la riporto anche qui per fornire qualche dettaglio utile.
Il film Love & Friendship di Whit Stillman, tratto dal romanzo epistolare Lady Susan di Jane Austen, uscirà nelle sale cinematografiche italiane il 1° dicembre 2016 con il titolo Amore e Inganni.
In contemporanea, sarà pubblicato anche il libro che il regista del film ha scritto ispirandosi proprio a Lady Susan e rielaborandone la storia in favore della protagonista, come rivela il titolo (fedele all’originale) Amore e inganni. Ovvero Lady Susan di Jane Austen finalmente vendicata.
In attesa di vedere questo film dal 1° dicembre nelle nostre sale, consiglio di non perdere l’occasione di rileggere questo feroce, divertentissimo, brillante romanzo epistolare di Jane Austen!

Di seguito, tutti i dettagli e qualche suggerimento sulle edizioni, inglesi e italiane, del romanzo Lady Susan.

Continua a leggere

Lady Susan finalmente sullo schermo con Love & Friendship di Whit Stillman

 

Love-And-Friendship-Lady-Susan-Al-Cinema-Promo

Per definire il personaggio di Lady Susan, protagonista dell’omonimo romanzo epistolare scritto da una giovane Jane Austen nel 1794-95 (e revisionato nel 1805), talvolta viene usata l’espressione dark lady, evidenziandone l’eccezionale statura di feroce arrivista, pronta a calpestare qualunque sentimento e qualunque persona (persino la propria figlia) pur di perseguire i propri obiettivi. Del resto, essere l’unica protagonista “cattiva” del microcosmo austeniano, nonché dell’unico romanzo epistolare, la rende già unica per natura.
Tuttavia, il suo spietato egoismo, per quanto ancora lontano dai raffinati e complessi ritratti delle altre eroine, è reso da Jane Austen così brillante e divertente da suscitare lo stesso entusiasmo.
Ricordo più di una conversazione con una vecchia amica di questa sala da tè, Valeria, in cui ci si stupiva, più che lamentarci, della mancanza di un adattamento cinematografico di questa opera. Una tale figura, un tale intreccio, non potevano non essere interessanti per un cineasta.

Finalmente, all’inizio del 2014 il regista americano Whit Stillman ha annunciato di voler dare forma alla propria ammirazione per questo romanzo epistolare e, nel corso del 2015, ha girato e prodotto il film Love & Friendship, uscito lo scorso 13 maggio negli Stati Uniti e il 27 maggio nel Regno Unito.
Perché Stillman ha cambiato il titolo scegliendo quello di un’opera giovanile dell’autrice?
Soprattutto, è riuscito a cogliere le tante, sottili sfumature di ironia che caratterizzano questo romanzo epistolare?
E qual è il suo rapporto con Jane Austen?
Lo scopriamo insieme a Petra Zari e Mara Barbuni di JASIT. Ma prima: la questione del cambio di titolo.
[In fondo al post, anche alcuni link utili per (ri)leggere il romanzo in italiano o in originale.]

Continua a leggere

Lady Susan, I Watson, Sanditon: arriva l’edizione Newton Compton

ladysusan_newtoncomptonEccola qui, la copertina dell’edizione italiana delle tre creature più piccole di zia Jane, il romanzo epistolare Lady Susan ed i due romanzi incompiuti I Watsons e Sanditon.
Ho letto ieri la notizia e l’ho subito divulgata su Anobii, nella discussione sulle edizioni italiane dei romanzi di Jane Austen (In che edizione li avete? nel gruppo Jane Austen Bookworm Club) e non manco di pubblicarla anche qui perché credo che farà piacere a tutti coloro che da tempo desiderano leggere in traduzione italiana anche queste opere.
La casa editrice Newton Compton pubblicherà il 5 gennaio questo nuovo titolo all’interno di una nuova collana. Ecco come viene raccontata la nuova operazione editoriale:

[…] a meno di un pugno di euro, 40 opere di autori classici a soli € 4,90, tra cui tre capolavori di Fitzgerald e nuovi racconti di Jane Austen. […] la Newton Compton prosegue il suo impegno per la diffusione dei classici e promuove 40 opere accompagnate da introduzioni o premesse firmate da personalità di rilievo della cultura italiana, tra cui tre nuovi racconti [sic] di Jane Austen, tradotti da Daniela Paladini e con l’introduzione di Ornella De Zordo.

Per tutti i dettagli, rimando alla notizia pubblicata dalla stessa Newton Compton nonché alla pagina di approfondimento di questo nuovo titolo in uscita il 5 gennaio.

Nota 1: sono sempre infastidita quando noto che spesso, in italiano, questi tre lavori sono qualificati  come “racconti”, perché non lo sono. Sono proprio dei romanzi, uno è epistolare (in forma di lettere) e gli altri due sono molto brevi perché semplicemente incompiuti. Non sono racconti!
Nota 2: da una veloce ricerca su Amazon, risulta che esisteva già presso la stessa casa editrice un’edizione  (forse del 2009, almeno così riporta Amazon) con traduzione di Martina Rinaldi, ma uscita di catalogo quindi non più disponibile da tempo.
Nota 3: inoltre, risulta una traduzione italiana della casa editrice Carte Scoperte, ma anch’essa sembra fuori catalogo e quindi non è più disponibile.

Se avete ulteriori notizie in merito ad eventuali edizioni italiane di tutti i tre lavori, non esitate ad segnalarmele!

I romanzi di Jane Austen come non li avete mai… sentiti

Questo è il regalino che mi sono concessa per queste festività natalizie: 1 cofanetto in cartone robusto, contenente ben 69 CD con custodia in cartoncino, per un totale di 83 ore di ascolto.
Si tratta dello scrigno che custodisce il tesoro di zia Jane: i suoi sei romanzi completi nonché Lady Susan ed i due incompleti (Sanditon e The Watsons), nella preziosissima edizione in versione audiolibro della casa editrice Naxos, Jane Austen, The complete novels.
I romanzi sono letti nell’originale inglese, in versione integrale, da tre ottime attrici britanniche che hanno compiuto questa impresa titanica: Juliet Stevenson (Mrs Elton in Emma, del 1996, ma anche la madre di Keira Knightley in Sognando Beckham del 1992) a cui vengono affidati 4 dei 6 romanzi (Sense and Sensibility, Emma, Mansfield Park, Northanger Abbey); Emilia Fox (l’indimenticabile Georgiana del Pride and Prejudice del 1995 targato BBC) che legge proprio il beneamato Pride and Prejudice; Anna Bentink (grande professionista della voce recitante per BBC Radio e Naxos), che legge Sanditon e The Watsons. Ad altri tre attori (Harriet Walter, Kim Hicks, Carol Boyd) è infine affidata la lettura del romanzo epistolare Lady Susan.
(In fondo al post, i link per ascoltare qualche brano in anteprima)

Continua a leggere