Archivi tag: Gruppi di Lettura

Diventa Lizzy Bennet, con Lost in Austen di HOP Edizioni

E’ il sogno nemmeno tanto inconfessato, il desiderio decisamente sfrenato di qualunque Janeite che si identifichi in Elizabeth Bennet: svegliarsi un bel giorno ed essere esattamente LEI!
Sarà per quella sua mente vivacissima, quel carattere brillante, quella bellezza che irradia luminosa dall’interno e rende magnetici i suoi begli occhi scuri… sarà che aver conquistato un uomo di grande umanità e valore come Fitzwilliam Darcy non può che confermare le sue doti di donna altrettanto umana e speciale che la avvicina a tutte noi eppure la rende unica…
…il fascino di Lizzy, dopo duecento anni, è ancora intatto e forse più magnetico ed entusiasmante che mai.
Dal 1° dicembre 2012, potremo davvero divertirci a indossare i suoi panni e viaggiare con la fantasia per i sentieri di Austen-landia grazie al libro che HOP edizioni ha portato in Italia

Lost in Austen

LOST IN AUSTEN
di Emma Campbell Webster
illustrato da Pénélope Bagieu
ed. HOP Edizioni
(01/12/2012)

Di che cosa si tratta? E’ una vera e propria storia che si dipana su quasi 400 pagine, che si legge come un romanzo ma si vive come un gioco di ruolo in cui la protagonista sei tu, Lizzy Bennet.
Per tutti i dettagli, vi invito con le mie care amiche Lizzies all’anteprima del salotto di Old Friends & New Fancies e nella dépendance ad alta densità creativa di La Collezionista di DettagliE non perdete i prossimi tè delle Lizzies…
Presto, infatti, condivideremo con voi questa nuova esperienza in una tipica “recensione lizzesca” a sei mani [lo stralcio della mia esperienza è in fondo a questo post] e, soprattutto, in un GIVEAWAY di Lost in Austen (HOP Edizioni) su Old Friends & New Fancies.
Grazie a HOP Edizioni per aver curato l’edizione italiana di questa chicca austeniana. (In uscita il 1° dicembre 2012)

DI SEGUITO: la RECENSIONE del libro, che riprende quella pubblicata per la prima volta nel blog Old Friends & New fancies il 16 dic. 2012.

Continua a leggere

Quando il libro è peggiore del film: Jane Austen Book Club di Karen Joy Fowler

fowler-jane-austen-book-clubAlcuni anni fa, comprai questo libro ma non riuscii a leggerlo subito e questo rinvio fu fatale: nel corso degli anni dalla sua uscita sul mercato italiano, ho udito o letto troppi giudizi contrastanti, smaccatamente tendenti al negativo, per sentirmi interessata ad iniziarne la lettura.
Qualche tempo fa, ho visto il film, sulla spinta dei troppi commenti sul fatto che pare essere l’eccezione alla regola secondo la quale un libro è sempre e comunque migliore del film che ne viene tratto. Il film mi è parso una piacevole commedia senza infamia e senza lode, proprio come avevo letto/sentito, in cui, però, Jane Austen non è particolarmente presente. In breve, non ha compiuto l’impresa di invitarmi a passare al romanzo.

Dunque, ho sempre lasciato questo libro a oziare nella mia libreria senza alcun rimpianto, limitandomi a spolverarlo periodicamente con tutto il rispetto dovuto ad un libro, ammirandone la copertina, davvero azzeccata, ed il titolo, assolutamente invidiabile.
E no, non è mai servito a nulla blandirmi con il fatto che una delle protagoniste si chiami come me e che l’autrice sia omonima dello sfortunato fidanzato di Cassandra Austen.
Qualche settimana fa, però, una gentile frequentatrice dei miei tè delle cinque, Teresa, mi ha chiesto se non lo avessi mai letto, aggiungendo alcune domande specifiche.
Improvvisamente, a conferma dell’altra regola aurea dei bibliomani per cui è il libro a chiamarti e non tu a sceglierlo, ho sentito la sveglia: con decisione, sono andata a recuperarlo dal suo oblio nell’angolo meno raggiungibile del mio altarino austeniano e l’ho aperto. Per leggerlo. Con molto interesse, per giunta, curiosa di vedere come avrei vissuto questa esperienza libresca e desiderosa di colmare quella che, adesso me ne rendo conto, era un piccola lacuna nella conoscenza del vasto mondo del fenomeno Jane Austen.
Ma, ahimé, l’esito finale non si discosta molto dall’opinione più diffusa. Ecco perché.

Continua a leggere

Due secoli di Orgoglio e Pregiudizio

snsbrockwc1…e di grande amore per questo capolavoro, i suoi personaggi e la sua Autrice!
Ho la spiccata tendenza ad essere molto democratica assegnando la stessa dose di amore incommensurabile ed incondizionato a tutto quanto sia uscito dalla penna della cara Zia Jane, dai romanzi canonici, alle lettere, alle opere minori, incomplete o giovanili. Ma il cuore e la mente, ed ognuno per motivazioni proprie, condividono una predilezione irresistibile che va, manco a dirlo, a Pride and Prejudice (Orgoglio e Pregiudizio), o, come disse Jane stessa, my own darling child.
(Seguito a ruota da Persuasion/Persuasione, dotato di una magia il cui potere cresce di pari passo con la mia età e le mie riletture. Ma questa è un’altra considerazione…)

Questo gioiello brillantissimo, che io vedo perfetto sotto ogni punto di vista, capace come poche altre cose di trascinarmi in tutta la gamma possibile delle emozioni umane… che mi ha insegnato molto, forse tutto, sulla donna che ho sempre desiderato essere, sull’uomo che ho sempre desiderato avere al mio fianco, sui rapporti umani, e su una quantità di altre cose – in una parola, sulla vita – compirà 200 anni il prossimo 18 gennaio 2013.
Per festeggiare degnamente questo capolavoro, ed offrire alla sua creatrice un ringraziamento per il grande regalo che ci ha fatto, la mobilitazione dei Janeites è già cominciata. Scopriamo le grandi manovre pianificate in questo angolo di blogosfera per questo anniversario.

Continua a leggere

I buoni propositi per l’anno nuovo di… Bridget Jones!

Mark (Darcy!), Bridget e Daniel nel film Il diario di Bridget Jones

Mentre si avvicinava la sera di San Silvestro, non saranno mancate le tentazioni di tirare le somme e, di conseguenza, formulare qualche buon proposito per raddrizzare i conti…
Ebbene, vi invito ad aggiungere questo buon proposito alla vostra lista: partecipare al Gruppo di Lettura che tra pochi giorni prenderà il via nel salotto di Old Friends & New Fancies dedicato alla specialista dei buoni propositi per l’anno nuovo, l’incorreggibile, ma inaffondabile, Bridget Jones!
Quanti sono gli ottimi motivi per scegliere questo buon proposito?
Proverò ad elencarne qualcuno: è una riscrittura di Pride and Prejudice (Orgoglio e Pregiudizio), è sotto molti aspetti diverso dal famoso ed amatissimo film, nel 1813 sarà il compleanno proprio del nostro adorato capolavoro Pride and Prejudice (Orgoglio e Pregiudizio) – e ci mettiamo avanti con i preparativi dei festeggiamenti!
Vi ho convinto? Passate dal nostro salotto, dunque, e partecipate al Gruppo di Lettura IL DIARIO DI BRIDGET JONES a partire dal 14 gennaio!
(il libro è facilmente reperibile nell’edizione italiana: chiedete in libreria)

Come prepararsi al bicentenario? Con il Gruppo di Lettura “Ragione e Sentimento”

SenseAndSensibilityTitlePage_672x1101Il compleanno di Sense and Sensibility si avvicina. Il 30 ottobre sarnno due secoli che questo romanzo ha visto la luce, dopo una gestazione lunga e travagliata.

Iniziato intorno al 1795, con il titolo Elinor and Marianne e in forma epistolare, revisionato almeno una volta a partire dal 1797, assume la forma definitiva che leggiamo ancora oggi con l’ultima revisione, quella iniziata nella magica, ispiratrice atmosfera di Chawton tra il 1809 ed il 1810. Sarà pubblicato il 30 ottobre 1811.
Una data, questa, che non è soltanto un anniversario di prima pubblicazione ma è anche l’anno zero della storia di Jane Austen come scrittrice, che in questo giorno fausto regala al mondo la sua preziosa magia, per la prima volta.
Quale occasione migliore per (ri)leggerlo?…

Per festeggiare degnamente questo avvenimento, e ringraziare spiritualmente colei che da due secoli non smette di insegnarci con apparente levità e sottile vena sovversiva tutto ciò che c’è da sapere sulla vita, sull’animo umano, in particolare su quello femminile, e sui rapporti delicatissimi tra uomini e donne…

Jane Austen nel ritratto eseguito dalla sorella Cassandra, 1810 ca.

…vi invito tutte e tutti a (ri)leggere Sense and Sensibility (Ragione e Sentimento) insieme a noi Lizzies sul blog Old Friends and New Fancies, nella lingua che desiderate, nel formato che è più comodo (non dimenticate gli ottimi audiolibri!), in quattro tappe che inizieranno il 3 ottobre e culmineranno nella giornata conclusiva e celebrativa del 30 ottobre. Sarà un po’ come ai tempi di Dear Aunt Jane, quando ci si raccoglieva intorno ad un libro per una lettura a voce alta e per condividere opinioni ed emozioni… Perciò, non esitate a partecipare ed a lasciare i vostri pensieri nei commenti di ogni tappa!
E per accompagnare la lettura, nel mese di ottobre non mancherò di proporvi altre chiacchierate intorno a questo romanzo nei nostri tè delle cinque.
A presto, dunque, e BUONA LETTURA!

Link Utili:
Altri post di Un tè con Jane Austen dedicati a Sense and Sensibility
Come leggere Sense and Sensibility, in inglese o in italiano, gratuitamente
La pagina della Naxos Audiobooks dedicata a Sense and Sensibility
– Il sito del Jane Austen’s House Museum di Chawton

Ruth di Elizabeth Gaskell – Gruppo di lettura: i commenti

Benvenute/i nella Veranda di Mrs Gaskell!
Questo post è dedicato al Gruppo di lettura su Ruth, di Elizabeth Gaskell. Il GdL si è concluso lo scorso 22/07/11. Nei commenti, ho raccolto alcune riflessioni emerse nel Gruppo su Anobii. Se anche tu lo stai leggendo, lo hai già letto, prevedi di leggerlo, non esitare a consultarli o, ancora meglio, a lasciare il TUO commento.

Elizabeth Gaskell è un’autrice incredibilmente semi-sconosciuta in Italia, come conferma la scarsità delle traduzioni dei suoi lavori, tra l’altro difficilmente reperibili, nonché la loro storia assai travagliata.
Credo che l’espressione “donna contro”, molto alla moda da qualche tempo, sia azzeccatissima nel suo caso. Il suo genio e la sua sensibilità hanno regalato al mondo opere strepitose come North and South e Cranford, solo per citare le più famose, e si sono spesso scontrate con la mentalità dei benpensanti vittoriani suoi contemporanei. Ma lei non ha mai mollato il colpo, nemmeno quando i suoi libri venivano messi al bando o addirittura bruciati.
Con Ruth, suo secondo romanzo, ci racconta una storia drammatica tutta al femminile che destò molto scandalo all’epoca e che, credo, non mancherà di scuotere la nostra sensibilità, anche se per motivi diametralmente opposti.
Siete pronte per lasciarvi toccare l’anima da questo romanzo che Nadia Fusini, curatrice dell’edizione italiana, definisce “commoventissimo”?…

Riporto di seguito alcune indicazioni sul Gruppo di Lettura già presenti nel post di anteprima.

Ricordo che il GdL è organizzato su Anobii: questa Veranda è a disposizione di chi, pur desiderando partecipare, non è registrato su Anobii.
Una volta finito il GdL, resterà comunque a disposizione di chi desidera scoprire questo libro o lasciare la propria testimonianza di lettura.

– Calendario:
Le prossime tappe:
tappa1: 11/06-17/06: cap. 1-12 (vol.1)
tappa 2: 18/06-24/06: cap. 7-13 (fine vol.1)
tappa 3: 25/06-01/07: cap. 14-18 (vol.2)
tappa 4: 02/07-08/07: cap. 19-24 (fine vol.2)
tappa 5: 09/07-15/07: cap. 25-30 (vol.3)
tappa 6:16/07-22/07: cap.31-36 (fine vol.3)

Questo calendario potrà essere modificato in corso d’opera qualora ci accorgessimo che riusciamo a leggerlo più velocemente, pur senza correre.

– Segnalibro:
Gentilmente ed appositamente creato da MissClaire, la Collezionista di Dettagli!
Puoi scaricarlo qui (fronte) e qui (retro)

– Ne vuoi sapere di più sull’Autrice e sul Libro?
GaskellBlog – per una meravigliosa coincidenza, questo blog sta leggendo il romanzo in questo periodo ed ha già pubblicato una serie di analisi per capitoli (solo in inglese). Vai alla pagina dedicata a Ruth.
Wikipedia – (solo inglese) Vai alla voce dedicata a Ruth e ad Elizabeth Gaskell
In italiano, MissClaire, la Collezionista di Dettagli, ha dedicato un ottimo post a Libro e Autrice.

– Vuoi leggerlo anche (o solo) in originale inglese?
Ecco dove puoi trovarlo, legale e gratuito (ed. Dodo Press, in PDF)

Ti aspetto per un tè nella veranda di Mrs Gaskell!

Elizabeth Gaskell (1810–1865)

Ruth di Elizabeth Gaskell – Leggilo con noi dal 11/06/11

Dopo una lunga attesa, le ammiratrici di Elizabeth Gaskell sono riuscite a vedere premiata la loro pazienza e finalmente colmata la grave, inspiegabile lacuna editoriale su questa autrice: la prima traduzione italiana del romanzo Ruth è uscita lo scorso 26 maggio.
(Speriamo che questo dia nuova energia anche alla prima traduzione italiana del suo capolavoro, North and South, che pare ancora in cantiere. – aggiornamento: Nord e Sud è stato pubblicato nel 2011 dalla casa editrice Jo March)
E’ d’obbligo un bel Gruppo di Lettura!
Con alcune amiche librovore, lo stiamo organizzando su Anobii, a questo indirizzo: http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=3168803#new_thread
Data di inizio: 11 giugno!
Se, però, anche tu desideri leggere questo romanzo in compagnia per condividere pensieri ed emozioni, ma non sei iscritta/o ad Anobii, né prevedi di farlo, questo salotto è a tua disposizione con i suoi comodi divani&poltrone, le sue teiere e tazze, le sue miscele di tè, i suoi dolcetti, e soprattutto le sue chiacchiere!
Puoi “iscriverti” qui e potrai commentare i post che dedicherò ad ogni tappa.
Non esitare a lasciare la tua adesione!
Di seguito, tutti i dettagli.

Calendario:
La traduzione italiana mantiene la divisione in tre volumi e complessivi 36 capitoli. Vi propongo di seguire i volumi:
tappa 1: 11/06-17/06: cap. 1-6 vol.1
tappa 2: 18/06-24/06: cap. 7-13 (fine vol.1)
tappa 3: 25/06-01/07: cap. 14-18 (vol.2)
tappa 4: 02/07-08/07: cap. 19-24 (fine vol.2)
tappa 5: 09/07-15/07: cap. 25-30 (vol.3)
tappa 6:16/07-22/07: cap.31-36 (fine vol.3)
Questo calendario potrà essere modificato in corso d’opera qualora ci accorgessimo che riusciamo a leggerlo più velocemente, pur senza correre.
Aprirò una discussione (un post) per ogni tappa (quindi anche per la prima), lasciando sempre aperte le precedenti. In questo salotto, lascerò una porta sempre aperta ben visibile nell’home page in modo che possiate entrare direttamente nella veranda di Ruth.
Quanto ai commenti, inseriamoli liberamente durante la lettura ma avendo cura di non anticipare nulla della trama prima della conclusione di ogni tappa! (a meno di inserire l’apposito avviso)
Chi preferisce, può commentare alla fine della tappa, il primo giorno di quella successiva.
Finita l’ultima tappa, il giorno 23/07 (se non sarete tutte partite per le vacanze – io ci sarò!) potremo sbizzarrirci con commenti finali ad oltranza!
Il forntespizio della prima edizione, 1853

– Segnalibro:
Gentilmente ed appositamente creato da MissClaire, la Collezionista di Dettagli! Puoi scaricarlo qui (fronte) e qui (retro)

– Ne vuoi sapere di più sull’Autrice e sul Libro?
– GaskellBlog – per una meravigliosa coincidenza, questo blog sta leggendo il romanzo in questo periodo ed ha già pubblicato una serie di analisi per capitoli (solo in inglese). Vai alla pagina dedicata a Ruth.
– Wikipedia – (solo inglese) Vai alla voce dedicata a Ruth e ad Elizabeth Gaskell
– In italiano, MissClaire, la Collezionista di Dettagli, ha dedicato un ottimo post a Libro e Autrice.

– Vuoi leggerlo anche (o solo) in originale inglese?
Ecco dove puoi trovarlo, legale e gratuito (ed. Dodo Press, in PDF)

Ti aspetto per un tè nella veranda di Ruth!