Emma (BBC, 2009) finalmente in edizione italiana, su LaEffe Tv. Dal 2 giugno! (e non finisce qui…)

Per anni e anni…
…siamo stati costretti a guardarli in originale, magari sottotitolati in italiano, in rete o su DVD recuperati avventurosamente (almeno prima dell’avvento dei negozi online)…
…abbiamo invocato l’edizione italiana sulle reti nazionali…
…abbiamo rincorso quel poco che passava e ripassava il convento televisivo, spesso a orari impossibili, ma meglio di niente…
Per anni e anni, abbiamo atteso, desiderato, richiesto, firmato petizioni, e continuato a sperare di poterli prima o poi condividere anche con amiche/amici che non capiscono l’inglese e/o non amano guardare film con i sottotitoli.

Qualcosa si stava muovendo negli ultimi tempi: non solo le repliche di film famosi (Ragione e Sentimento di e con Emma Thompson, Emma con Gwyneth Paltrow, Orgoglio e Pregiudizio con Keira Knightley, Il Club di Jane Austen) sono diventate sempre più frequenti ma addirittura lo scorso febbraio è andata in onda una novità (o quasi) su Rai Premium Lost in Austen – con un curioso titolo italiano, Il romanzo di Amanda (di cui non sentivamo la necessità), e stagliuzzato qua e là. E ci è sembrata una grande conquista.
Finalmente, l’attesa è finita!

emma_laeffe

Dal sito di laeffe.tv

Ora, grazie alla nuova rete televisiva laeffe, del Gruppo Feltrinelli e La7 e Gruppo Espresso – Repubblica Radio TV, potremo toglierci molte soddisfazioni e far gioire il nostro cuore di Janeite italiani. Come molti di voi avranno già visto nella pubblicità televisiva o in giro per il web, questa rete ha in programmazione una vera rassegna di sceneggiati austeniani.
…che sarà inaugurata alla grande il 2 giugno 2013 con la splendida Emma del 2009, il sontuoso sceneggiato firmato BBC.
E poi? Quali altri sceneggiati saranno trasmessi? Saranno doppiati in italiano? Quando andranno in onda? Ecco qualche dettaglio in più su Emma e le altre eroine austeniane in tv!

emma_bbc_2009_02

Romola Garai e Johnny Lee Miller in Emma, BBC 2009

Le quattro puntate di Emma saranno trasmesse ogni domenica alle 22.00 a partire dal 2 giugno. Doppiate in italiano. Sono sicura che nessuno di noi se lo perderà! Tuttavia, se impegni impossibili da rimandare o imprevisti inopportuni dell’ultimo minuto dovessero farvi perdere la messa in onda, niente paura! Avrete a disposizione ben tre repliche: martedì e sabato in seconda serata e soprattutto domenica alle 21, così che potremo seguire il nuovo episodio subito dopo. Prevedo una maratona Emma…

Per seguire la serie e saperne di più
☞   Scheda dello sceneggiato Emma su laeffe
☞   Breve recensione di Emma in questo blog alla pagina Film Austeniani

sense_sensibility_bbc2008_01

Dopo Emma, potremo incontrare le sorelle Dashwood e il microcosmo di Ragione e Sentimento nello sceneggiato BBC del 2008, che sarà trasmesso doppiato in italiano a partire dal 30 giugno 2013, sempre di domenica alle ore 22 (le repliche saranno sempre di martedì e sabato, nonché di domenica alle 21, con il nuovo episodio a seguire – in caso di variazioni, non mancherò di comunicarlo).

Per saperne di più
☞  Recensione di Sense and Sensibility BBC 2008  in questo blog

Dopo la pausa estiva, ci aspetta un incantevole settembre. (Non sono ancora disponibili le date precise ma non mancherò di dirvele in un prossimo tè delle cinque, appena possibile.)

darcy_lizzy_second_proposal

Nell’anno del Bicentenraio, non poteva mancare lo sceneggiato divenuto ormai leggendario, Orgoglio e Pregiudizio del 1995, scritto da Sua Maestà Austeniana Sir Andrew Davies, con Jennifer Ehle e Colin Firth.
E per chiudere in bellezza…

jane-writes

…non poteva mancare un omaggio a Jane Austen, la geniale creatrice di queste magie con uno dei film di argomento austeniano più belli mai realizzati: Miss Austen Regrets, che la BBC ha dedicato ai suoi ultimi anni di vita. Da non perdere!

Per saperne di più
Breve recensione di Orgoglio e Pregiudizio nella pagina DA VEDERE – ORGOGLIO E PREGIUDIZIO
☞  Breve recensione di Miss Austen Regrets nella pagina DA VEDERE – SU JANE AUSTEN

Dunque, Janeite di tutta Italia, domenica 2 giugno alle 22 prepariamo la nostra miscela di tè più pregiata, il servizio da tè più bello, il posto più confortevole sul divano e accomodiamoci!
Su laeffe, canale 50 del digitale terrestre, ci aspetta la nostra luminosissima Emma.

Per sintonizzarsi su laeffe e saperne di più
laeffe  nella pagina di presentazione sul sito della Feltrinelli
Home page del sito laeffe
Come sintonizzarsi su laeffe tv
(Ringrazio Silvia dell’ufficio stampa di laeffe per le informazioni e il materiale forniti.)

56 pensieri su “Emma (BBC, 2009) finalmente in edizione italiana, su LaEffe Tv. Dal 2 giugno! (e non finisce qui…)

  1. AvatarTommyto

    Ma tutto questo è grandioso!!!
    Mi stavo giusto chiedendo dove reperire lo sceneggiato BBC di Ragione e Sentimento.
    Grande LaEffe TV (ma è sul digitale non a pagamento, vero?)

    Rispondi
    1. AvatarMiss Claire

      My Dearest, il tuo post è fantastico!
      Una notizia meravigliosa e un premio meritato al tuo salotto!
      Posso aggiungere che LaEffe è visibile gratuitamente anche in diretta streaming dal web e si vede benissimo! 😀
      Lo vedremo assieme virtualmente, già lo so! :*

      Rispondi
    1. AvatarLizzyS (Sylvia-66)

      Sì, credo che laeffe si sia assicurata il nostro imperituro Grazie! Ed era proprio ora che in Italia qualcuno si decidesse a fare questa scelta.
      (se penso a quante volte ho scritto in giro, alle tv…)

      Rispondi
  2. AvatarSophie

    Bellissima notizia! 🙂 Mi gusterò di nuovo tutti questi bei film e soprattutto guarderò per la prima volta il sceneggiato della BBC “Ragione e Sentimento”, che volevo vedere da tempo. Fantastico davvero!

    Rispondi
  3. AvatarLizzyS (Sylvia-66)

    Mi fa piacere vedere quanto questo “nuovo” Ragione e Sentimento incuriosisca e sia atteso. E’ scritto da Andrew Davies e di certo è ricco di “libertà sensate” che lo rendono coinvolgente. Le due attrici scelte per Elinor e Marianne hanno fatto un ottimo lavoro, senza ansie di confronto con le illustri colleghe che le hanno precedute.
    Vi piacerà!

    Rispondi
  4. AvatarFrancesca D.

    Ciao Silvia, grazie per la notizia, cercherò di non perdermelo! Romola Garai l’avevo già vista nello sceneggiato ‘Il petalo bianco e il cremisi’ e mi era piaciuta molto^^ Un bacio!

    Rispondi
  5. AvatarElisabetta

    Che bello lo sceneggiato della BBC su Emma trasmesso su LaEffe io l’avevo visto solo su you tube in inglese però è bellissimo vederlo in tele anche perchè mi piace molto di più che l’Emma con Gwineth Paltrow! anche se l’attore che interpreta Mr Knightley lo vedo sempre come Edmund Bertram in quanto ha interpretato anche quest’altro personaggio austeniano in Mansfield Park del 1999.

    Rispondi
    1. AvatarLizzyS (Sylvia-66)

      Gwineth, e con lei quell’intero film, sbiadisce sempre di più di fronte a questo sceneggiato.

      Ah, anche in Mansfield Park, Johnny Lee Miller mi è piaciuto molto. Una scena su tutte: l’addio a Fanny, davanti alla carrozza, quando viene rispedita a casa “in punizione”.

      Rispondi
  6. AvatarLizzyS (Sylvia-66)

    Ciao, Elisabetta! Non sapevo che cosa aspettarmi dal doppiaggio e invece sono rimasta piacevolmente stupita, le voci mi sembrano azzeccate.
    Giuseppe, sulla pagina fb di JASIT, ha giustamente sottolineato che la traduzione si è presa una grande libertà abbondando con il “tu”.

    Ho un debole per il Mr Knightley di Johnny Lee Miller, le sue espressioni sono impagabili e la sua presenza è perfetta: solida e discreta, proprio come mi immagino sempre Mr Knightley mentre leggo le parole di Jane Austen!

    Rispondi
  7. Avatarromina angelici

    Io preferisco Emma-Gwyneth: per me lei resta perfetta nel ruolo! Associo immediatamente lei ad Emma quando rileggo il romanzo. La realizzazione dello sceneggiato è però ricchissima di particolari, ambienti, caratterizzazioni che permette una completa immersione e comprensione di quel mondo e della storia stessa.
    In ogni caso, una bellissima serata… a domenica prossima e buona settimana!

    Rispondi
  8. AvatarMiss Jane

    Ciao, volevo ringraziarti perché non sapevo di questa opportunità! Mi è piaciuta tantissimo! Ho trovato le ambientazioni, i costumi, i giardini, la villa…tutto a dir poco delizioso! Mi sono goduta ogni attimo della trasmissione! Non vedo l’ora che arrivi domenica prossima..! A presto 🙂

    Rispondi
  9. AvatarLizzyS (Sylvia-66)

    Mi piace leggere i vostri pareri! E mi piace vedere come ognuno di noi abbia una propria sensibilità in merito alla rappresentazione delle “creature” di Jane Austen.

    Posso dire qual è stata la mia esperienza la prima volta che vidi questo sceneggiato, qualche anno fa.
    La Emma di Romola all’inizio mi sembrò troppo estroversa, troppo espressiva, troppo moderna. Però subito il Mr. Knightley di Johnny Lee Miller mi aveva conquistato. Per non parlare di Mr. Woodhouse (strepitoso Michael Gambon) e di Miss Bates (un personaggio verso il quale ho un occhio di grande riguardo).
    Ma nel procedere delle puntate, improvvisamente, Emma e Romola non erano più due entità distinte, e Romola fu Emma! Adesso, pur essendo ancora un po’ altalenante nel mio giudizio verso questo sceneggiato, che mi entusiasma ma a volte mi appare “troppo perfetto”, quasi antipatico (proprio come la sua eroina…), non ho dubbi: è la migliore trasposizione di Emma.
    Confesso che quella con Gwineth Paltrow non mi è mai piaciuta, troppo patinata, troppo parodistica. Anche se Greta Scacchi e Juliet Stevenson sono splendide e valgono tutto il film.
    Ma voi che ne pensate? Cosa vi piace di Gwineth? E cosa di Romola?

    Rispondi
  10. Avatarfrancesca bianchetti

    Ciao grazie Silvia per averci detto di questo sceneggiato… questa Emma per me fa troppe smorfiette ma nell insieme mi sono piaciuti i personaggi e soprattutto la scenografia e le ambientazioni sono ottime non vedo ora di vederle tutte un bacio a tutte voi !

    Rispondi
  11. AvatarAnna68

    Questa trasposizione mi è piaciuta moltissimo, prima in inglese ed ora in italiano (anche se trovo non così adatto l’utilizzo del “tu” al posto del “voi”). Questa Emma è fresca, giovane e sì, molto estroversa, ma confesso di preferirla anch’io alla versione hollywoodiana di Gwineth Paltrow (troppo algida per i miei gusti). In questa versione trovo particolarmente azzeccato anche Mr. Elton con il suo ciuffo che si anima….
    E assolutamente mi piace Johnny Lee Miller nel ruolo di Mr. Knightley.

    Rispondi
  12. Avatarinnassia z

    Il mio punto di vista su questo sceneggiato non è brillante come il tuo. In questo post leggo commenti positivi, ma, se escludo il paesaggio, la fotografia e i costumi, esprimo un giudizio negativo. Non mi è piaciuto, molto noioso,la recitazione non mi soddisfa, la protagonista Emma è immatura, sciocca e superficiale e la sceneggiatura non mi emoziona. Preferisco la recitazione di Gwineth Paltrow e di Greta Scacchi: la trama del film può piacere oppure no, ma interpretano la parte con più energia. Ciao a tutti.

    Rispondi
    1. AvatarAnna68

      Penso che sia bellissimo potersi scambiare opinioni, anche se discordanti. Ciascuno di noi viene colpito da aspetti diversi: apprezzo moltissimo il confronto.
      A presto.

      Rispondi
  13. Avatarromina angelici

    Il risultato è comunque che quanto scritto da Jane Austen si presta ad essere interpretato da ciascuna di noi con la propria sensibilità e gusti ed è così cangiante e molteplice nelle sue sfumature che riesce a soddisfare ognuna.

    Rispondi
  14. Avataraerie

    Sono riuscita a vederlo!!
    La protagonista mi piace molto, meglio di Gwyneth, antipatica al punto giusto, un po’ presuntuosa ma anche dolce.
    Mi piace proprio

    Rispondi
  15. AvatarRaffy

    “Emma” è uno dei miei romanzi austeniani preferiti e sono rimasto estremamente deluso dalla protagonista… è troppo enfatica, non fa che sorridere in modo ebete e sgranare gli occhi. Non capisco come abbiano potuto accostare una tale macchietta accanto a un maestro come Micheal Gambon. Gwyneth Paltrow rispecchia molto meglio la Emma che avevo immaginato leggendo il romanzo: una ragazza briosa ma anche altezzosa. Non certo un’oca giuliva…

    Rispondi
    1. AvatarTommyto

      Concordo in pieno. Mi viene solo un dubbio: magari con il prosieguo delle puntate le sue “smorfiette”, come le chiamo io (occhioni sgranati, mossette con la bocca, facce strane), spariranno poco a poco in maniera direttamente legata alla crescita interiore del personaggio.

      Rispondi
    2. AvatarRaffy

      Sì infatti, anch’io intendo continuare a seguire la serie, sperando che diminuiscano le faccette e si attenui la recitazione da telefilm preadolescenziale di Disney Channel….

      Rispondi
    3. AvatarElinor Dashwood

      Sono d’accordo anche io con Raffy, questa versione di Emma con Romola Garai è insignificante! L’attrice è forse convinta che l’unico modo per essere una grande interprete sia sorridere come un’ebete e sgranare gli occhi anche quando non serve. Non è la prima volta che vedo un film con la Garai, mi chiedo perchè si ostini ad imitare Vivien Leigh in Rossella O’Hara in tutti i suoi film senza riuscirci nemmeno un pò! Non è riuscita ad interpretare Emma ad ogni modo. La versione con Gwjneth Paltrow non l’ho ancora vista, ma posso consigliarti quella con Kate Beckinsale? Sono certa che ritroverai la Emma briosa e altezzosa che hai saputo ben cogliere nel romanzo! Jane Austen ha creato una Miss Woodhouse anche simpatica, a volte così irritante da prendere a schiaffi ma anche da apprezzare.

      Rispondi
    4. AvatarRaffy

      Come avevo scritto, sto continuando a seguire la serie. Probabilmente sto comiciando ad abituarmi alla mimica esasperata (ed esasperante) di Romola, al punto che riesco ad apprezzare almeno altri aspetti e altri attori. Comunque in Emma la protagonista è fondamentale. Seguirò il tuo consiglio e guarderò anche la versioe Beckinsale 😉

      Rispondi
  16. AvatarLizzyS (Sylvia-66)

    La mia impossibilità nel prendere una posizione definitiva verso questo adattamento è data proprio dall’Emma di Romola Garai. Su tutto il resto non ho dubbi, soprattutto su Michael Gambon e Johnny Lee Miller (ma anche sulla splendida Miss Bates di Tamsin Greig).

    La mia impressione è che per Emma sia stato scelto di enfatizzarne l’ “autonomia”, quel suo fare tutto a modo suo che Jane ribadisce per ben tre volte nel giro di poche righe nel cap. 1 definendolo, infine, “il vero lato negativo”. E’ dovuta anche a quell’indulgenza totale che tanto Mr Woodhouse, suo padre, quanto Miss Taylor (futura Mrs Weston), sua istitutrice, le hanno sempre concesso.
    E’ come se Jane ci dicesse che Emma non ha mai subìto alcun controllo – e in fondo è una giovane molto viziata, per quanto sensibile ed intelligente, e l’ambiente in cui vive la asseconda. Solo Mr Knightley è un suo fiero, meraviglioso oppositore…

    Dopo il primo senso di sbandamento, ho pensato che forse è questo aspetto che qui è stato scelto di enfatizzare, in un modo piuttosto moderno, per di più.

    Rispondi
  17. AvatarAngela

    Ohhh SYlvia, mi son persa la puntata del 2 giugno…perché ho letto solo ora il tuo post, uffaaa! Però, grazie di tutte le info e leggerti è sempre un grande piacere!

    Rispondi
    1. AvatarLizzyS (Sylvia-66)

      Carissima, puoi recuperare domenica 9, alle 21 la prima puntata sarà replicata, poi potrai vedere quella nuova.
      E poi, naturalmente, se vorrai commentare e darci il tuo parere su questa Emma, sarai la benvenuta!

      Rispondi
  18. AvatarOctober

    Ciao a tutti, è bello potersi ritrovare in questa sala da tè e confrontarci insieme! è una cosa preziosa!
    credo che Romola abbia fatto un bel lavoro nella sua interpretazione: la trovo fresca, piena di luce, e con le giuste dosi di presunzione e di sicurezza sfrontata (ma simpatica) che ci trasmette lo scritto. ho trovato Kate Beckinsale (Emma 1996) troppo autoreferenziale e poco “luminosa” e la Paltrow troppo altezzosa, quasi come la Maria Antonietta di Sofia Coppola… A tratti irritante!
    Condivido i pareri entusiasti su John Lee Miller: strepitoso! Supera per me il Mark Strong del 1996: troppo accigliato, troppo….”Strong”…
    Che ne pensate dei personaggi del 1996?

    Rispondi
    1. AvatarNadia

      sono d’accordo con te, ho trovato entrambe le versioni del ’96 insopportabili, sia Emma che Knightley non erano a mio avviso resi come si deve. Kate Beckinsale era troppo spenta, Gwyneth Paltrow troppo… troppo! La Emma 2009 invece è un mix, è superficiale ma attenta, è altezzosa ma insicura.. praticamente è perfetta..
      Di Knightley non mi è mai piaciuto il fatto che generalmente con la scusa della figura “father-like” è presentato solo come un rompiscatole, mentre secondo me lui e Emma sono anche davvero amici, e lui me lo sono sempre immaginata sì serio e nobile, ma anche sensibile e in qualche modo tenero, e nel Knightley 2009 questo si vede…
      di questa versione mi sono piaciuti anche Miss Bates, Augusta e Frank, gli attori sono stati bravi, specie la prima..

      Rispondi
    2. Avatarelisa

      Vero Nadia, anche Miss Bates è un piccolo gioiello!
      Ed inoltre il lato della amicizia emerge sicuramente di più e con più forza… tralasciando l’aspetto del tutor…del maestro di vita a tutti i costi!

      Rispondi
    3. AvatarNadia

      già.. cioè, certo che Knightley è quello saggio, ma non solo; parafrasando una vecchia canzonetta, “oltre la saggezza c’è di più” ^_^

      Rispondi
  19. AvatarGiuseppe Ierolli

    Un picoolo, curioso particolare della prima puntata. Nella scena in cui Harriet si impossessa della matita del rev. Elton, si vede lui che sta scrivendo e che posa il taccuino con la matita sopra, come se volesse poi riprendere a scrivere. Harriet la prende, ma è strano che Elton non se ne accorga quando riprende il taccuino. Nel romanzo, la scena viene raccontata da Harriet quando brucia i suoi “tesori” in presenza di Emma (nel cap. 40) e JA le fa dire: ” Mr. Knightley gli aveva detto qualcosa circa la preparazione della birra d’abete, e lui voleva appuntarselo; ma quando tirò fuori la matita, c’era così poca grafite che venne subito via, e non scriveva più, così gliene avete prestata un’altra, e questa rimase sul tavolo, ormai inservibile. Ma io la tenevo d’occhio, e, non appena ho avuto il coraggio, l’ho afferrata, e da quel momento non me ne sono mai separata.”
    In questo modo la scena è più realistica, e ci dà modo tra l’altro di notare quanto fosse diverso il valore delle cose. All’epooca, infatti, la grafite (un materiale piuttosto costoso) non era inserita nel legno per tutta la lunghezza della matita, come adesso, ma arrivava fino al punto in cui si presumeva che non si riuscisse più a scrivere (probabilmente circa un paio di centimetri dall’estremità superiore). Questo diverso valore delle cose si nota anche quando si parla di un altro dei piccoli “tesori”, un pezzetto di cerotto (che nel film non c’è). Emma infatti dice a Harriet: “Ma, Harriet, è necessario bruciare il cerotto? Non ho nulla da dire sul mozzicone di una vecchia matita, ma il cerotto potrebbe essere utile.”
    Un’altra curiosità su questa scena è un possibile collegamento con un fatto analogo e reale, raccontata a JA dalla nipote Fanny, che le aveva scritto di aver conservato un panno da barba sporco del suo spasimante di allora, John Pemberton Plumptre. JA nella lettera di risposta, le scrisse: “Il tentativo di stimolare i tuoi sentimenti con una visita in camera sua mi ha estremamente divertita. – Il Panno da Barba sporco era una squisitezza! – Una situazione del genere andrebbe data alle stampe. Troppo bella per andare perduta.”

    Rispondi
  20. AvatarStefania Barsotti

    Salve a tutti, come grande appasionata di Jane Austen sono rimasta molto contenta dell’opportunità di potermi gustare questa miniserie BBC in italiano. Ho potuto vedere le prime 2 puntate ieri sera, e trovo la resa scenica ed i dialoghi veremente ben fatti.
    Avrei una domanda: ci sarebbe qulcuno disposto a vendermi (una volta finita la trasimssione di tutte le 4 puntate) le copie in dvd della intera serie (o anche solo della 1° parte)?
    Non ho potuto avere mai l’occasione di registrare la 1° puntata nonostante le repliche, anche perché ho scoperto la sua messa in onda soltanto ieri!

    MIlle grazie a tutti.
    Per chi è disponibile alla vendita mi contatti pure all’indirizzo mail: stefaniabarsotti@yahoo.it

    un saluto
    STefania

    Rispondi
  21. AvatarSere

    Ciaooo..scusate sapete dove posso trovare su Internet la replica della prima puntata? Che me la sono persa.. Su laeffe ormai fanno solo la replica della seconda.. Per favore!!!
    Grazie mille
    Sere

    Rispondi
    1. AvatarLizzyS (Sylvia-66)

      Stefania, Sere, e tutti gli altri frequentatori dei tè delle cinque, ho qualche notizia più dettagliata sui prossimi appuntamenti, ma non ancora su eventuali repliche di Emma. Ci vediamo tra poco, alle 17. Preparate il tè freddo…

      Rispondi
  22. AvatarNadia

    Ciao a tutti! dato che la traduzione che hanno fatto di questa miniserie mi fa rabbrividire, per consolarmi sono andata a rivedermi le prime due puntate originali (tra l’altro, la versione che vediamo su LaEffe è in certi punti tagliuzzata). Rivedendole mi sono imbattuta in un dubbio che mi è sempre rimasto e magari voi potete aiutarmi.. nella prima puntata, quando Emma e Knightley litigano per la vicenda di Harriet-Robert Martin, lui capisce che Emma vuole affibbiare all’amica Elton e le dice “one day you will bitterly regret your…” e qui c’è una parola che non capisco.. so che non è un problema vitale, ma ogni volta che lo sento mi viene il nervoso perché proprio non capisco 😛 secondo voi cosa dice?

    Rispondi
  23. AvatarCinin Cinula

    Oh che divertimento leggere i commenti al post e le impressioni di tutti; come ciascuno di noi si soffermi su dettagli diversi, minuzie, che ne hanno colpito la fantasia. Personalmente, ho gia’ avuto modo di scriverlo, adoro la versione di douglas mcgrath, sebbene apprezzi anche questa. Ho un brivido alla scena ad ogni tu pronunciato in questa versione italiana. Le mie orecchie lo percepiscono come estraneo. Bellissimo il ricordo di giuseppe ierolli sul brano delle lettere riferito a fanny che ha sempre colpito anche me. Ml

    Rispondi
  24. Avatarmelania

    Sono disperatamente alla ricerca del DVD di EMMA (con Romola Garai) della BBC italiana. C’è in tutte le lingue ma in lingua italiana non se ne parla nemmeno per sogno, è una punizione tremenda!! Se qualcuno sa dirmi dove posso acquistarlo la ringrazierò a vita!!

    N.B. ho chiamato tutte le case editrici della Lombardia e anche oltre i confini italiani, nulla e nulla; c’è in molte lingue ma in italiano niente.
    Sapreste dirmi il motivo. grazie e ancora grazie.
    melania

    Rispondi
    1. Silvia OgierSilvia Ogier Autore articolo

      Carissima Melania, purtroppo devo confermare che l’edizione italiana di Emma BBC 2009 non è mai stata riversata su DVD. Proprietario di tale edizione è LaEffe, la rete televisiva che ne ha comprato i diritti per l’Italia da BBC ed è probabile che i termini dell’accordo non prevedano la produzione e commercializzazione di un DVD. LaEffe non smetterà di replicarlo: tieni d’occhio la programmazione dei Classici in tv, prima o poi Emma sarà ripescata dall’archivio, e se hai un registratore, potrai registrarla. Tieni presente che la versione italiana ha tagliato alcune scene della versione originale.
      Un’alternativa è acquistare i DVD originali e scaricare i sottotitoli italiani (ad esempio, da subfactory o itasa).
      Ciao!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.