2011-2017: sette anni di Bicentenari Austeniani

chawton-cottage-writing-table

Il tavolino di Jane a Chawton

A proposito di Bicentenari eccellenti… Torniamo a quelli che ci riguardano da vicinissimo.
Ci risiamo: tra nove mesi circa, il 28 gennaio 2013, festeggeremo un altro bicentenario austeniano, quello di Pride and Prejudice.

Avremo modo, la prossima settimana, di ripercorrere le giornate che portarono Jane Austen a ritoccare febbrilmente i fogli con la bozza sul tavolino nel salotto di Chawton. A questo pensiero, ci sembra quasi di sentire il fruscio della penna, il suo leggero tintinnio mentre viene intinta nell’inchiostro, il sottofondo di voci, passi, rumori di vita quotidiana, mentre Lizzie, Darcy, la loro storia e tutto il microcosmo di Pride and Prejudice prendono forma sulla pagina…
Vedremo come questo lavorio quasi segreto, protetto dal cigolio della porta (forse leggendario, ma ci piace pensare che sia vero), piano piano, tra scambi di lettere e revisioni di bozze, diventerà definitivo e pubblico, il 28 gennaio 1813.
Ciò che desidero fare oggi è semplicemente ricordare la congiuntura favorevole che ci troviamo a vivere noi Janeite in questi anni: una lunga, appassionante serie di bicentenari romanzeschi!
Quello di Sense and Sensibility è stato solo il primo. Quali sono gli altri?


Lo scorso 2011 è iniziato un lungo periodo di ben sette anni durante i quali altri bicentenari importantissimi saranno celebrati: le prime edizioni dei romanzi canonici si susseguiranno fino, come è inevitabile, alla morte prematura della loro autrice.
Sei splendidi gioielli, ognuno con una luce diversa, con tutti i colori dell’arcobaleno umano, velati per un momento dalla fine della vita di Jane ma anche dall’inizio della sua immortalità letteraria.

SenseAndSensibilityTitlePage_672x110130 ottobre 1811 – Sense and Sensibility (Ragione e Sentimento)

371px-PrideAndPrejudiceTitlePage28 gennaio 1813 – Pride and Prejudice (Orgoglio e Pregiudizio)

MansfieldParkTitlePage9 maggio 1814 – Mansfield Park

EmmaTitlePage23 dicembre 1815 (datato 1816) – Emma

04_janeausten_watercolour_cassamdra18 luglio 1817 – morte di Jane Austen

northanger-abbey-and-persuasion-title-page20 dicembre 1817 (datati 1818)
Persuasion (Persuasione) e Northanger Abbey (L’Abbazia di Northanger)

Si può dire che abbiamo appena iniziato a percorrere idealmente con Jane Austen stessa la strada del suo destino letterario e personale.
Questi anniversari potranno infatti essere l’occasione per seguire la maturità del suo genio e l’evoluzione della sua vita, ad esempio leggendo (o rileggendo, magari per l’ennesima volta, nel caso di molti di noi) i suoi romanzi proprio nel momento del loro compleanno e scoprendo l’universo privato in cui Jane si muoveva attraverso le lettere o le biografie, sia quelle familiari sia quelle scritte dagli studiosi.

Saranno l’occasione per esplorare anche il vastissimo, originale e variegato mondo dei derivati ispirati dalle opere e dalla vita di Jane Austen – divagazioni che Vi invito a fare ovviamente in compagnia di noi Lizzies (oltre a me, LizzyS, ci sono anche Gabriella, LizzyGee, e Miss Claire, LizzyP) nell’altro salotto austeniano, Old Friends and New Facies.
Durante questo lungo ed appassionante calendario, i nostri tè delle cinque, qui, saranno sempre dedicati ad approfondimenti legati agli originali, unici, inimitabili romanzi canonici che festeggeremo di volta in volta.
Cominciamo subito, dunque, le manovre di avvicinamento al prossimo Bicentenario austeniano…

teapot cup jane austen

Bollitore e tazza, Chawton cottage

Preparate le tazze ed i bollitori: la prossima settimana ci ritroveremo per quattro chiacchiere sulla genesi di Pride & Prejudice!

9 pensieri su “2011-2017: sette anni di Bicentenari Austeniani

    1. Sylvia-66

      Sì, @claclina!, e posso aggiungere, con un certo orgoglio, di avere l’onore ed il piacere di possederne una. Tutto merito delle bravissime Lalla e Luisa di Pemberley Pond, e del loro negozio online.
      Se desideri saperne di più, leggi Creatività austeniana tutta italiana oppure dai un’occhiata al loro bellissimo sito. Grazie per il tuo commento e a presto!

      Rispondi
    1. Sylvia-66

      …grazie a te, @Ganymede, e benvenuto!
      In questa sala da tè abbiamo molto riguardo per i gentlemen della rete che amano la lettura ed ammirano la nostra beniamina, Aunt Jane. Perciò, non esitare a partecipare ancora ai nostri tè delle cinque ed alle elucubrazioni che volteggiano insieme ai vapori profumati della nostra bevanda preferita. A presto!

      Rispondi
    2. Ganymede

      Molto, molto volentieri e grazie della calda accoglienza! 🙂
      In effetti non credo siano in molti i ragazzi interessati a Jane, purtroppo, questo perchè tanti continuano a ragionare per genere di appartenenza!
      La carissima Jane invece parla a tutti e quando (ri)leggo un suo romanzo ho sempre l’impressione di reincontrare un’amica di vecchia data… ma immagino di non essere l’unico qui!
      Aspetto con ansia il prossimo tè! 😉

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.